Fuud

Perché i pastori sardi buttano il latte

Scritta da blogsicilia.com

Un prezzo troppo basso e, piuttosto che venderlo, il latte preferiscono buttarlo. Protestano da giorni i pastori sardi e lo fanno partendo da Facebook: in una serie di video, da 0.85 centesimi al litro si è passati a soltanto 0.60 centesimi un tam tam da produttore a produttore, sono ripresi mentre aprono i rubinetti e svuotano a terra i tini, pur di non cedere il latte a un prezzo non ritenuto equo. Il crollo del prezzo del latte di pecora, pagato 0,60 centesimi al litro contro gli 0,85 dell’anno scorso, e la conseguente reazione degli allevatori erano decisamente nell’aria: già da mesi i pastori sottolineano che questo prezzo è per loro insostenibile e che costringe le aziende a chiudere perché non in grado di coprire i costi di produzione e sostentamento nell’allevamento delle pecore.

Per cercare di risolvere il problema, mercoledì scorso è stato aperto in Regione un tavolo del latte, di confronto tra organizzazioni e industriali. Ma il clima rimane teso e le soluzioni ancor più lontane. Senza un’intesa, il mondo delle campagne è pronto a scendere nuovamente in piazza. E mentre tutti i partecipanti hanno stigmatizzato l’episodio di violenza avvenuto nelle campagne di Villacidro, dove un uomo è stato costretto da 2 uomini incappucciati a gettare tutto il latte, continuano gli sversamenti sulle strade. 2 autobotti sono state bloccate sulla statale 131 all’altezza di Abbasanta (Oristano) e sono stati versati sulla carreggiata di entrambi i sensi di marcia migliaia di litri di latte. Una protesta che si è ripetuta anche a Orune, nel Nuorese, dove una quarantina di pastori hanno rovesciato il latte all’uscita dal paese.

Sulla vicenda si è espresso il ministro delle Politiche agricole alimentari Gian Marco Centinaio. “La settimana prossima – ha riferito a margine di una iniziativa dedicata al vino Buttafuoco a Milano – sarò in Sardegna a parlare con gli agricoltori. Come Governo stiamo ripensando a tutta la questione dei Consorzi per quanto riguarda il latte di pecora. Abbiamo messo sul tavolo del Consorzio la proposta di cercare di esportare il più possibile questa tipologia di latte, molto apprezzata in Asia, tanto che in Cina esiste un progetto con il latte in polvere che viene dalle pecore. Stiamo cercando di dare agli agricoltori alternative che non siano solo quelle tradizionali“.

The post Perché i pastori sardi buttano il latte appeared first on Agrodolce.


Source link